Carlo Goldoni
Buovo d'Antona

ATTO TERZO

SCENA QUARTA Camera. Drusiana e Maccabruno

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

Camera.

Drusiana e Maccabruno

 

MACC.

Orsù, via, risolvete:

Son vostro, se volete.

Ecco la destra in pegno:

O l'accettate, o con ragion mi sdegno.

DRUS.

Non so che dir; non sono

Quieta ancor nel mio petto,

Ma...

MACC.

Che vorreste dir?

DRUS.

La destra accetto.

MACC.

Or sì che pienamente

Provo contento il cuore:

Pronubo sia di queste nozze Amore.

DRUS.

E se Buovo d'Antona

Morto non fosse ancor?

MACC.

Della sua morte

Non è poc'anzi il testimon venuto?

DRUS.

Sì, ma estinto però non l'ho veduto.

MACC.

Orsù, se ancor vi preme

La memoria di lui più del cor mio,

Stanco son di soffrir, vi lascio, addio.

DRUS.

Deh, non mi abbandonate.

MACC.

Son qui, se mi bramate.

DRUS.

Ah! superare io voglio

L'importuno timore:

Vostra son io.

 

MACC.

Siaci propizio Amore.

Arda d'Amor la face,

Che mi consola il cuor.

DRUS.

Rendimi al sen la pace,

Caro diletto Amor.

a due

Tu, se ragione intendi,

Tu nel mio petto accendi

Un innocente ardor.

Forma, Cupido, il laccio;

Stringi le mie catene.

 

DRUS.

Ah, qual strepito è questo?

MACC.

Oimè! Chi viene?

Guardie, guardie, accorrete.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License