Carlo Goldoni
Il burbero benefico

ATTO SECONDO

Scena Decima. Angelica, poi Dorval

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Decima. Angelica, poi Dorval

 

Angelica: (Che farò io qui col signor Dorval? Posso andarmene.)

Dorval: (ad Angelica che sia per partire) Madamigella... Madamigella?

Angelica: Signore.

Dorval: Avete veduto il vostro signor zio? V'ha egli detto nulla?

Angelica: L'ho veduto questa mattina, signore.

Dorval: Prima che uscisse di casa?

Angelica:signore.

Dorval: È ritornato?

Angelica: No signore.

Dorval: Bene! (Non sa ancora nulla.)

Angelica: Signore, vi chiedo scusa. Evvi qualche novità che mi riguardi?

Dorval: Vostro zio vi vuol bene.

Angelica: (con modestia) È tanto buono!

Dorval: (seriamente) Egli pensa a voi.

Angelica:Questa è una fortuna per me.

Dorval: Egli pensa a maritarvi. Eh? Che ne dite? (Angelica mostra modestia) Avreste voi piacere di maritarvi?

Angelica: (con modestia) Io dipendo da mio zio.

Dorval: Volete che vi dica qualche cosa di più?

Angelica: (con un poco di curiosità) Ma... Come più vi piace, signore.

Dorval: La scelta dello sposo è di già fatta.

Angelica: (Oh cielo!... Tremo tutta.)

Dorval: (Mi pare di vederla contenta.)

Angelica: (tremando) Signore, ardirò di chiedervi...

Dorval: Che, madamigella?

Angelica: Lo conoscete voi quello che m'è destinato?

Dorval: Sì, lo conosco, e lo conoscete voi pure.

Angelica: (con un poco di gioia) Io pure lo conosco?

Dorval: Certamente: voi lo conoscete.

Angelica: Signore, avrò io il coraggio?...

Dorval: Parlate, madamigella.

Angelica: Di chiedervi il nome di questo giovane?

Dorval: Il nome di questo giovane?

Angelica: Sì, se voi lo conoscete.

Dorval: Ma... se egli non fosse tanto giovane?

Angelica: (da sé, con agitazione) (Cielo!)

Dorval: Voi siete tanto saggia... dipendete da vostro zio...

Angelica: (tremando) Credete voi, signore, che mio zio voglia sagrificarmi?

Dorval: Che intendete voi per questo sagrificarvi?

Angelica: (con passione) Ma... senza il consenso del mio cuore.. Mio zio è sì buono!... Chi potrebbe mai avergli dato questo consiglio? Chi avrà mai proposto questo partito?

Dorval: (un poco punto) Ma... questo partito... Madamigella... E s'io fossi quello?

Angelica: (con gioia) Voi, signore?... Il ciel lo volesse!

Dorval:. (contento) Il ciel lo volesse?

Angelica: Sì, io vi conosco. Voi siete ragionevole, siete sensibile, mi fido di voi. Se avete dato a mio zio questo consiglio, se gli avete proposto questo partito, spero che ritroverete ancora la maniera di farlo cangiar di parere.

Dorval: (Eh! eh! Non c'è male.) (ad Angelica) Madamigella...

Angelica: (afflitta) Ah, signore!

Dorval: Avreste voi il cuor prevenuto?

Angelica: (con passione) Signore!

Dorval: V'intendo.

Angelica: Abbiate pietà di me!

Dorval: (Io l'avea ben detto; l'avea ben preveduto! Buon per me, che non ne sono innamorato, ma incominciava a prendervi un po' di gusto.)

Angelica: signore, non mi dite nulla?

Dorval: Ma... Madamigella...

Angelica: Avreste voi forse qualche particolare premura per quello cui vorrebbero darmi?

Dorval: Un poco.

Angelica: (con passione e costanza) V'avverto che io l'odierò.

Dorval: (Povera ragazza! Mi piace la sua sincerità.)

Angelica: Deh! Siate compassionevole, siate generoso.

Dorval: Sì, madamigella... sì, lo sarò... vel prometto. Io parlerà a vostro zio in vostro favore; e farò ogni possibile perché siate soddisfatta.

Angelica: (con gioia) Oh! quanto mi siete caro!

Dorval: Poverina!

Angelica: (con trasporto) Voi siete il mio benefattore, il mio protettore, il padre mio. (lo prende per la mano)

Dorval: Mia cara ragazza!..

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License