Carlo Goldoni
La calamita de' cuori

ATTO PRIMO

SCENA DICIASSETTESIMA   Bellarosa e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DICIASSETTESIMA

 

Bellarosa e detti.

 

BELL.

(Intesi quanto basta). (da sé)

 

SAR.

Qui per voi si contrasta.

 

PIGN.

Si disputa di voi patria e natali.

 

GIAC.

Non vi ho trovata scritta negli annali.

 

BELL.

Si vuol saper qual sia

Dunque la patria mia?

Non la nascondo:

La mia patria, signori, è in questo mondo.

Chi non vuol ignorarla,

Bisogna indovinarla;

E a quel che la indovina, ora prometto

Far di qualche finezza un regaletto.

 

 

PIGN.

Conviene pensarvi;

Conviene studiarvi.

L'economa vera

Di dove sarà?

 

SAR.

Pensiamoci un poco;

Troviamole il loco.

La femmina brava

Qual patria averà?

 

GIAC.

Pensieri a raccolta;

Studiam questa volta

Di donna vezzosa

Qual sia la città.

 

BELL.

Pensate, studiate,

E se indovinate,

Un premio prometto,

Che a voi piacerà.

 

PIGN.

Economa fina?

Sarà fiorentina.

 

BELL.

L'avete sbagliata.

 

SAR.

In Napoli nata

Voi brava sarete.

 

BELL.

Sbagliata l'avete.

 

GIAC.

Venezia vezzosa

Prodotta vi avrà.

 

BELL.

Avete sbagliata

Voi pur la città.

 

PIGN.

} a tre

Mi riprovo...

Già la trovo...

L'ho trovata.

Eccola qua.

GIAC.

SAR.

PIGN.

Genovese.

 

BELL.

Signor no.

 

SAR.

Brescia, Brescia.

 

BELL.

Signor no.

 

GIAC.

Parma, Parma.

 

BELL.

Oibò, oibò.

 

PIGN.

Turinese.

 

BELL.

Non signore.

 

SAR.

Bolognese.

 

BELL.

Non padrone.

 

GIAC.

Milanese di buon core.

 

BELL.

Non signore, in verità.

 

PIGN.

} a tre

Nulla giova,

Non si trova;

Non vuol dir

La verità.

GIAC.

SAR.

BELL.

Non padroni;

Lei mi scusi,

Che Ragusi

È mia città.

 

PIGN.

} a tre

Vezzosa Ragusea,

Voi siete la mia dea,

A voi chiedo pietà.

GIAC.

SAR.

BELL.

Chi vuol la grazia mia,

Non abbia gelosia,

Non tema infedeltà.

 

a quattro

Viviamo in compagnia

E stiamo in allegria,

Ché non è mai molesta

L'onesta società. (partono)

 


 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License