Carlo Goldoni
La calamita de' cuori

ATTO TERZO

SCENA SESTA   Bellarosa e Pignone

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SESTA

 

Bellarosa e Pignone

 

BELL.

E voi, signor Pignone,

Vi porrete cogli altri al paragone?

PIGN.

Perché no? Non sapete

Che in premio al vincitor oggi si dona

Cento scudi, un cavallo e una corona?

BELL.

Dunque per l'interesse

Andrete a cimentarvi?

PIGN.

Io voglio confidarvi,

Che per vincer coteste bagattelle,

Un po' mi lascierei romper la pelle.

BELL.

Potrebbe darsi ancora

Vi cavassero un occhio.

PIGN.

Non lo credo;

Ma quando il mio destino

L'avesse scritto nelle carte sue,

Mi consolo che gli occhi sono due.

 

Questo è il duol ch'io sentirei

Nell'aver un occhio solo:

Nello scrigno proverei

Dimezzato il mio piacer.

Ma la vista d'ambidue

Forse in un saria raccolta;

Godrei tutto in una volta

Quel che in due si suol goder. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License