Carlo Goldoni
La cameriera brillante

ATTO SECONDO

SCENA DODICESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DODICESIMA

 

Traccagnino, poi Florindo.

 

TRACC. Evviva. Adesso che ho assicurà el disnar, stago ben. Me confido che in cusina ghel me paesan. Ma chi sa se in cusina arriverà gnente de quel della tola. Ghel me patron che el magna per quattro.

FLOR. Gran seccatura ha da essere oggi per me! Star a tavola un'ora con soggezione! Ma non ci sto. Dicano quel che vogliono, io non ci sto.

TRACC. Chi elo sto sior, che nol cognosso?

FLOR. Amigo, siete voi di casa?

TRACC. Per adesso son in casa.

FLOR. Fatemi un piacere: dite a questi signori che compatiscano, ch'io a tavola non ci voglio venire.

TRACC. Elo anca vussioria dei invidadi?

FLOR. Sì, ancor io; ma a tavola con soggezione, con compagnia, con donne, io non ci posso stare.

TRACC. Ala facoltà de sostituir nissun al so posto?

FLOR. Che vorreste dire?

TRACC. Se la podesse farme la grazia, che mi andasse per ella.

FLOR. Chi siete voi?

TRACC. Son el servitor de sior Ottavio.

FLOR. Figuratevi se quei superbi, se quelle delicatine di donne vi vorranno: non si degnano di gente bassa.

TRACC. Vussioria se degneravela?

FLOR. Io sì: mangio sempre con i miei contadini.

TRACC. Se poderave far una cossa.

FLOR. Che cosa?

TRACC. La se fazza mandar da magnar in cusina, che mi averò l'onor de servirla de compagnia.

FLOR. Se lo volessero, perché no?

TRACC. Son servitor, ma son galantomo, sala

FLOR. Sì, tutti gli uomini sono compagni. Io amo tutti ma non posso soffrire la soggezione.

TRACC. Con mi mo, védela, no son omo de suggizion. La se torrà tutta la libertà che la vol.

FLOR. Val più la sua libertà, che non vagliono tutti i tesor del mondo.

TRACC. Sior sì. Magnar fin che s'ha fame. Stravaccai sulla tola. Desbottonarse; desligarse le calze; cavarse le scarpe.

FLOR. Sì, questo è quel che mi piace.

TRACC. Bravo. Staremo ben insieme. Oh caro!

FLOR. Bevete bene voi?

TRACC. Mi sì; co posso, el me piase.

FLOR. Beveremo.

TRACC. Fin che la vol.

FLOR. E quando non si può più, si dorme.

TRACC. E se se indormenza a tola.

FLOR. Quello è il gusto

TRACC. Bravo, amigon.

FLOR. Bravo, .

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License