Carlo Goldoni
Il campiello

ATTO QUINTO

Scena Tredicesima. Lucietta, poi Anzoletto e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Tredicesima. Lucietta, poi Anzoletto e detti

 

LUCIETTA Mo vien via. (tirando Anzoletto)

ORSOLA Vien in casa. (tirando Zorzetto)

Lasséme sto baston. (gli leva il legno)

LUCIETTA Vien, se ti me vol ben. (tirando Anzoletto)

ANZOLETTO Ti gh'ha rason. (verso Zorzetto, ed entra con Lucietta)

ORSOLA Andè via con quell'arma. (a Sansuga)

SANSUGA Sempre cusì. Vergogna. (entra in locanda)

ORSOLA Va' in casa, desgrazià. (a Zorzetto)

ZORZETTO Dirme carogna? (entra in casa)

ORSOLA Nol temerave el diavolo, e so pare

Sto giandussa; el fio de bona mare. (entra)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License