Carlo Goldoni
Il conte Caramella

ATTO PRIMO

SCENA QUATTORDICESIMA   Ghitta col lume, e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUATTORDICESIMA

 

Ghitta col lume, e detti.

 

GHI.

Voglio veder col lume

Questo signor chi sia.

 

CEC.

Ah vieni, Ghitta mia:

Vieni, non posso più.

 

GHI.

Oh diavolo, sei tu?

 

DOR.

Tu sei? Oh cosa vedo!

 

CEC.

Son io, ma d’esser vivo ancor non credo.

 

GHI.

Ho parlato con te?

 

DOR.

Con te ho parlato?

 

CEC.

Di mano il candelier m’hanno gettato.

Andiamo via di qua.

 

DOR.

Non so che dire.

 

GHI.

Mi sento un’altra volta intimorire.

 

 

CEC.

In questa camera

Ci sono diavoli,

Andiamo subito

Fuori di qua.

 

DOR.

} a due

Io resto attonita,

Rimango stupida,

Non la so intendere:

Che mai sarà?

GHI.

CEC.

Andiamo subito,

Per carità.

 

GHI.

Quel che parlavami

Dove sarà? (cercando per la scena)

 

DOR.

Brunoro timido

Forse sen va? (cercando per la scena)

 

CEC.

Che cosa cercano

Di qua, di ?

Aiuto! (suona il tamburo)

 

DOR.

Che sento?

 

GHI.

Oimè, che spavento!

 

DOR.

(L’amico è celato,

Ma come non so). (da sé)

 

GHI.

} a due

Io voglio, se posso,

Nascondermi qua. (vogliono alzar la portiera)

CEC.

CAR.

Fermatevi, olà! (esce dalla portiera)

 

DOR.

Chi siete? Che fate?

 

GHI.

Lo spirito, oimè!

 

CEC.

Un diavolo egli è.

 

CAR.

Indegno, arrogante,

Io son negromante.

 

DOR.

Sarete un birbante.

 

CAR.

Con un mio scongiuro

Sfondar quel tamburo,

Fraschetta, saprò. (a Dorina)

 

DOR.

Oh, questo poi no. (suona il tamburo)

 

CEC.

} a due

Un diavol di qua,

Un altro di :

Aiuto, pietà.

GHI.

DOR.

Andate, fuggite. (al Conte)

 

CAR.

Fermate, sentite. (a Cecco e Ghitta)

 

CEC.

} a due

Un diavol di qua,

Un altro di .

GHI.

a quattro

Che imbroglio!

Che scoglio!

Che scena!

Che pena!

Ansante,

Tremante,

Ciascuno sen va.

 


 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License