Carlo Goldoni
Il conte Caramella

ATTO SECONDO

SCENA SECONDA   Brunoro di dentro tocca il tamburo, e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Brunoro di dentro tocca il tamburo, e detti.

 

CONT.

Oimè! (siede tremando)

MAR.

Non paventate:

Son io con voi, lo spettro non mirate.

(ripara in modo che non veda Brunoro)

 

BRUN.

Sposa, sposa, io ti comando

Dar la mano al Marchesino;

Egli merta, poverino,

La tua fede ed il tuo amor.

(canta in tuono tetro, accompagnandosi col tamburo, indi parte)

 

MAR.

Contessa, avete inteso?

Il Conte parlò chiaro:

Il nostro matrimonio a lui fia caro.

CONT.

Ma se mi trema il cor!

MAR.

Viver volete

Sempre mesta così? Deh serenatevi,

Deh tosto allontanatevi

Da questo albergo tristo e doloroso;

Deh venite a gioir con uno sposo.

CONT.

Ah Marchese, non so...

Che risolvo? che fo?

MAR.

(Già va cedendo).

Mia cara, io sol pretendo

Rendervi lieta; se la destra mia,

Se l’amor mio vi piace,

Le larve spariran, vivrete in pace.

CONT.

Ah non so dir se amore,

Necessità o timore,

A credere mi spinga;

E una nuova speranza or mi lusinga.

MAR.

Oh care note, oh care,

Che mi rendono lieto.

CONT.

Avrei bisogno

Di riposar.

MAR.

E riposar vorrete

Sola così? Con una larva intorno

Non temete star sola? Ah, se vi piace

La mia fede gradir, da voi, mia bella,

Io non mi staccherò.

CONT.

Troppo gentile,

Troppo, Marchese mio. Dorina meco

Farò venir. Itene pure; a tanto

Non v’avanzate ancor.

MAR.

Per obbedirvi

Tosto men vo. Sol di piacervi, o cara,

Il mio core desia.

(Tra il timore e l’amor domani è mia). (da sé)

 

V’accenderà nel seno

Amore un più bel foco:

Vedrete a poco a poco

La face scintillar.

La fedeltà s’apprezza

Quant’è più salda e forte,

Ma poi, dopo la morte,

La non suol durar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License