Carlo Goldoni
Il conte Caramella

ATTO TERZO

SCENA OTTAVA   Dorina, poi il Conte Caramella, in fine Brunoro

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA OTTAVA

 

Dorina, poi il Conte Caramella, in fine Brunoro

 

DOR.

Io dubito per altro

Che la cosa abbia a andar tutta al contrario.

Basta, comunque sia questa faccenda,

L’esito attenderò,

E se mal vi sarà, me n’anderò.

CAR.

Eccomi accinto all’opra.

Or farò che si scopra

Questo spirto malnato e impertinente.

DOR.

Ed io sarò presente

Alla vostra bravura.

CAR.

Non abbiate timor.

DOR.

Non ho paura.

CAR.

Spirito, che rinchiuso

T’aggiri in questa stanza,

Alla presenza mia tosto t’avanza. (Sode il suono del tamburo)

DOR.

Eccolo, avete inteso?

Ei risponde a drittura.

CAR.

Non abbiate timor.

DOR.

Non ho paura.

 

CAR.

Spirito errante,

A me dinante

Vieni, se puoi.

BRUN.

Da me che vuoi? (sulla porta)

 

CAR.

Eccolo, oimè!

DOR.

Che avete?

CAR.

Oh, che brutta figura!

DOR.

Non abbiate timor.

CAR.

Non ho paura. (finge timore)

BRUN.

(Toccando il tamburo, s’avanza con passo grave)

CAR.

Oh, che spirito grave! Oh, che andatura!

DOR.

Non abbiate timor.

CAR.

Non ho paura.

 

Dimmi, chi sei?

BRUN.

Spirto del Conte.

CAR.

Dimmi, che vuoi?

BRUN.

Vuò che tu vada

Fuori di qua.

CAR.

Pria questa spada

Ti ucciderà.

(caccia una spada fuori di sotto l’abito da pellegrino, e si avventa contro Brunoro)

BRUN.

Aiuto, pietà!

 

DOR.

Oimè! che cosa vedo?

Scoperta è l’impostura.

CAR.

Non abbiate timor.

DOR.

Non ho paura.

CAR.

Presto, parla, chi sei?

BRUN.

Son un che cento doppie

Guadagnai per suonar questo tamburo;

Ma, signore, vi giuro in verità,

Dorina ne guadagna la metà.

DOR.

Non è ver, non so nulla.

CAR.

Oh, che buona fanciulla!

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License