Carlo Goldoni
La cascina

ATTO SECONDO

SCENA DECIMA   Pippo, Berto e Cecchina

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DECIMA

 

Pippo, Berto e Cecchina

 

PIPPO

Addio, Berto; Cecchina, addio anche tu.

Sì, vado via; non ci vedremo più.

CECCA

Dove vai, poverin?

BERTO

Povero Pippo!

Per cagion della Lena

So che dici così;

Ma via non anderai, resterai qui.

PIPPO

No, non ci vuò restare;

Via di qua voglio andare.

Per il mondo anderò da pellegrino.

CECCA

Poverin!

BERTO

Poverino!

Lascia questa bestial malinconia.

CECCA

Non disperar così.

PIPPO

Voglio andar via.

BERTO

Tu credi che la Lena

Non ti voglia, t’abborra e ti abbia in ira,

Ed io so che per te tace e sospira.

PIPPO

No, che non v’è speranza;

La Lena è una cagnaccia;

La Lena è un’assassina.

Addio, Berto mio caro, addio, Cecchina.

CECCA

Fermati. Caro Berto,

Non lo lasciar andar.

BERTO

Fermati, Pippo.

Sentimi, e ad un amico

Credi; so quel ch’io dico.

La Lena ti vuol ben; lo so di certo.

Quando parlai d’Elisa,

La vidi a venir rossa;

Se la vuoi guadagnar, quest’è la via:

Diamole un pocolin di gelosia.

PIPPO

Io non so far.

CECCA

T’insegneremo noi.

BERTO

Non dubitar.

PIPPO

Mi raccomando a voi.

BERTO

Or m’è venuta in mente

Una burla graziosa

Per rendere gelosa la tua bella,

E farla divenir come un’agnella.

CECCA

Dimmela, Berto.

BERTO

Non l’hai da sapere;

Ché le donne non possono tacere.

PIPPO

Dilla a me.

BERTO

No, nemmeno.

Voglio che la vi giunga all’improvviso:

Una burla sarà degna di riso.

Consolati, sta lieto.

Tu colla Lena, ed io colla mia Cecca,

Staremo dolcemente in compagnia;

Le feste in allegria

A ballare, a cantare andremo al fonte;

Saltare al piano e sdrucciolar dal monte.

 

Con le belle pastorelle

Ci potremo consolar.

Ce n’andremo, — ci uniremo

Per cantare e per ballar.

E poi senti che bel gioco

Che fra noi s’avrà da far.

Con il ghiaccio saliremo

Sopra un monte in compagnia;

Su due tavole sedremo

Colla Lena e Cecca mia.

Taratàpete, tàpete, tu;

Come il vento si tombola giù. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License