Carlo Goldoni
La contessina

ATTO TERZO

SCENA TERZA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Il Conte, poi la Contessina e Lindoro

 

CON.

Costui non dice male; anch'io son nato

In bassissimo stato, e pur veggendo

Che ognun mi riverisce e mi fa onore,

Parmi talor ch'io sia nato un signore.

Venite, o nobil germe

Delle viscere mie.

CONTES.

Gran genitore,

A voi s'umilia lo rispetto mio.

LIND.

Suocero illustre, a voi m'inchino anch'io.

CON.

Porgetevi la destra, indi attendete

Da nobiltà infinita

Le congratulazioni.

LIND.

(Ah ch'io pavento

Da tal finzion qualche sinistro evento!)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License