Carlo Goldoni
Il contrattempo

ATTO TERZO

SCENA VENTESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA VENTESIMA

 

Beatrice e detti.

 

BEAT. Perdonate, signore.

PANT. La xe patrona.

BEAT. (Come! Qui Rosaura? Ottavio dunque è bugiardo). (da sé)

LEL. Ecco, signora Beatrice: per causa vostra. (le mostra il braccio)

BEAT. Credetemi, che ho udito il caso col maggior dispiacere del mondo.

LEL. Io sarò sempre in ogni modo adoratore del vostro merito.

BEAT. Troppa bontà. Favorisca, signor Pantalone: è vero che ella ha esibito al signor Ottavio la casa e la tavola?

PANT. Siora sì, per atto de carità; perché scazzà da ella nol saveva più come far.

BEAT. (Indegno! Voleva uscire da me, per avere la compagnia di Rosaura!) (da sé)

LEL. Vi preme molto questo signor Ottavio.

BEAT. Mi preme che il signor Pantalone gli dia ricovero, per liberarmene.

LEL. Se così fosse...

PANT. Ma mi non intendo farlo per sempre.

BEAT. (Dica, signor Pantalone, perdoni la libertà. È vero che la signora Rosaura sua figlia fosse fuggita di casa?) (piano a Pantalone)

PANT. (Chi gh'ha dito sta cossa?) (piano a Beatrice)

BEAT. (Mi è stata detta). (come sopra)

PANT. (Anca sì, che ghe l'ha dita sior Ottavio?) (come sopra)

BEAT. (È la verità dunque?) (come sopra)

PANT. (Oh tocco de desgrazià! Se pol far pezo! In casa mia no ghe lo voggio più). (da sé)

BEATR. (Ottavio non mi ha detto il falso. Per questa parte non posso dir che sia reo). (da sé)

LEL. Cara signora Beatrice, se aveste della bontà per me.

BEAT. A miglior tempo, signor Lelio. (sostenuta)

PANT. Oh che lengua! Oh che omo! Oh che desgrazià! Siora sì, za che el se sa, lo digo in pubblico, no scondo la verità. Mia fia innamorada, debole de temperamento, e dolce de cuor, no vedendo el so sposo, la lo xe andada a trovar. E per questo ala fatto un gran mal? El xe el so novizzo, e presto la lo sposerà. E sto tocco de baron l'ha d'andar a disonorar mia fia e la mia casa, disendo che l'è scampada?

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License