Carlo Goldoni
Un curioso accidente

ATTO SECONDO

SCENA QUINTA   Madamigella Giannina e Monsieur de la Cotterie

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Madamigella Giannina e Monsieur de la Cotterie

 

COTT. Ah! Giannina mia, siamo sempre in peggiore stato che mai. Quant'era meglio non fare il passo che avete fatto!

GIANN. Chi mai potea prevedere, che mio padre si volesse impegnare a tal segno?

COTT. Non veggo altro rimedio, che un mio improvviso allontanamento.

GIANN. Questa viltà non me l'aspettava.

COTT. Ho da aderire alle nozze di madamigella Costanza?

GIANN. Fatelo, se avete cuore di farlo.

COTT. O volete che si manifesti l'inganno?

GIANN. Sarebbe un'azione indegna l'espor me al rossore di una menzogna.

COTT. Suggerite voi qualche cosa.

GIANN. Quello ch'io posso dirvi, è questo. Allontanarvi, no certo. Sposarvi a Costanza, nemmeno. Scoprir l'inganno, mai certamente. Pensate voi a salvare l'amore, la riputazione e la convenienza. (parte)

COTT. Ottimi suggerimenti, che mi aprono la via a ripararmi! Fra tanti no, qual mi resta da meditare? Ah cieli! non restami che una fatale disperazione. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License