Carlo Goldoni
Un curioso accidente

ATTO TERZO

SCENA QUARTA   Monsieur Filiberto e Marianna

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Monsieur Filiberto e Marianna

 

MARIAN. (La cosa è vicina ad accomodarsi).

FIL. (Mio danno. Mi sta bene. Mio danno).

MARIAN. Signore, per divertirvi un poco, posso or parlarvi degli affari miei?

FIL. Non mancherebbe altro per inquietarmi, che tu mi parlassi del tuo matrimonio. Odio questo nome fatale, né vo' sentirne a discorrere fin ch'io vivo.

MARIAN. Voi vorreste, a quel ch'io sento, che finisse il mondo.

FIL. Per me è finito.

MARIAN. Povero padrone! A chi anderanno le vostre facoltà, le vostre ricchezze?

FIL. Il diavolo se le pigli.

MARIAN. Voi morirete ricco, e la vostra figliuola viverà miserabile.

FIL. Povera disgraziata!

MARIAN. E vorrete campar con quest'odio, e morire con questo rimorso?

FIL. Ma taci, demonio, taci. Non tormentarmi di più.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License