Carlo Goldoni
Il cavaliere e la dama

ATTO SECONDO

Scena Decima. Colombina con un viglietto, e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Decima. Colombina con un viglietto, e detti

 

Colombina - (Oh, eccolo il signor Anselmo). (da sé)

Don Flaminio - Quella giovane, non siete voi di casa di donna Eleonora?

Colombina -signore. (camminando verso Anselmo)

Don Flaminio - È ella in casa?

Colombina -signore. (come sopra)

Don Flaminio - Posso essere a riverirla?

Colombina - Signor Anselmo, la mia padrona vi riverisce e mi manda da voi con questo viglietto. Fortuna che vi ho ritrovato vicino, che mi avete risparmiata la strada.

Don Flaminio - Signor Anselmo, mi rallegro con voi. Viglietti di dame?

Anselmo - Con sua licenza, mi permetta ch'io legga. (si scosta per leggere)

Don Flaminio - Leggete pure, non v'impedisco. (accostandosi con curiosità)

Anselmo - Ma, signore, compatisca. Non voglio ch'ella veda i fatti miei.

Don Flaminio - Sarà qualche gran segreto.

Anselmo - O segreto, o non segreto, la civiltà insegna a non guardare i fatti de' galantuomini.

Don Flaminio - Un mercante vorrà insegnare le creanze ad un cavaliere?

Anselmo - Or ora le risponderò. (si ritira in disparte, e legge piano)

Don Flaminio - E così, come vi dicevo, quella giovane, stassera verrò a riverire la vostra padrona.

Colombina - Ma chi è in grazia V. S.?

Don Flaminio - Sono don Flaminio del Zero, quegli che deve favellare a donna Eleonora per ordine di suo marito.

Colombina - Ho capito: ella è il padrone di Balestra. Venga, venga, che è aspettato con ansietà.

Anselmo - Ho inteso tutto. Dite alla vostra padrona che sarà servita. (a Colombina)

Colombina - Sì, signore, ma presto, perché l'ora s'avanza.

Anselmo - Vado subito al negozio e mando uno de' miei garzoni.

Colombina - La riverisco, signor Anselmo; serva, signor don Flaminio. (parte)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License