Carlo Goldoni
Il cavaliere e la dama

ATTO TERZO

Scena Seconda. Balestra e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Seconda. Balestra e detti

 

Don Alonso - Ecco il servo di don Flaminio.

Balestra - Servitore umilissimo di V. S. illustrissima. (a don Rodrigo)

Don Rodrigo - Cosa vuoi?

Balestra - Il mio padrone le manda questo viglietto.

Don Rodrigo - Sentiamo. «Don Rodrigo, da voi mi chiamo offeso, e ne pretendo soddisfazione. Se siete cavaliere, v'aspetto fuori di porta Capuana, ove colla spada mi dovrete render conto dell'insulto fattomi iersera, allorché vi prendeste spasso di farmi comparire mentitore in una pubblica conversazione. Provvedetevi di un cavaliere padrino, ch'io pure farò l'istesso, intendendo che la disfida debba estendersi fino all'ultimo sangue. Don Flaminio del Zero».

Balestra - (Oh diamine! Che cosa sento! Una disfida? Ed io l'ho recata? Il padrone mi ha gabbato). (da sé)

Don Alonso - Che risolvete di fare?

Don Rodrigo - Or ora sentirete la mia risoluzione. Aspettami, che ora torno con la risposta. (a Balestra)

Don Alonso - Andate a casa?

Don Rodrigo - Attendetemi. Vado alla spezieria qui vicina. (Trattenete costui, che non parta). (piano ad Alonso, e parte)

Don Alonso - E tu ti azzardi a portar disfide?

Balestra - Giuro da uomo onorato, che io non sapevo cosa contenesse il viglietto. Che se l'avessi saputo, non sarei entrato in tale impegno, né posto mi sarei ad un tale pericolo; e tanto è vero, che in questa sorta d'affari io non me ne voglio impicciare, che ora me la colgo, e vado a fare i fatti miei. (vuol partire)

Don Alonso - No, no, galantuomo, di qui non si parte.

Balestra - Che vuol ella da me? Perché m'impedisce d'andarmene?

Don Alonso - Tu devi attendere don Rodrigo.

Balestra - Signore... mi perdoni... non voglio altri impegni... Con sua buona grazia...

Don Alonso - Ti fiaccherò l'ossa di bastonate.

Balestra - Per qual ragione?

Don Alonso - Se tu ritorni senza risposta, don Flaminio non saprà che pensare di don Rodrigo, e forse attribuendo a viltà il suo silenzio, si vanterà vincitore senza combattere. Ecco don Rodrigo che torna, non ti partire.

Balestra - (Pazienza! Ci sono, e non me ne posso ire. Se la scampo questa volta, non mi ci lascio più ritrovare). (da sé)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License