Carlo Goldoni
L'amante Cabala

PARTE PRIMA

SCENA QUINTA   Lilla e detto

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Lilla e detto.

 

LILLA

Eccomi; in questa borsa

Cento doppie vi sono,

Parte della mia dote a lei promessa.

Per far qualche spesetta

Questa somma cred’io che sia bastante,

E nel delle nozze avrà il restante.

FILIB.

Con il far tanti conti (prende la borsa)

Ci possiamo imbrogliar; meglio sarebbe

Darmele tutte assieme.

LILLA

Questo poco mi preme,

Se tutte in una volta ella le vuole;

Dunque mi renda queste, e avrà l’intero

Quando degli sponsali il fia gionto.

FILIB.

Voglio facilitar; le tengo a conto.

LILLA

Ma per amor del cielo,

Sollecitiam l’affare.

FILIB.

Si puol assicurare

Ch’io non mi perdo in ozio;

Penso la notte e il giorno a tal negozio.

LILLA

Sopra tutto bisogna

Ch’ella mi voglia ben con amor forte,

Se mi devo scordar l’altro consorte.

FILIB.

Non dubiti; prometto

Di mantenerle ognor lo stesso affetto.

 

Gioia mia, voi solo adoro,

Voi sarete il mio tesoro,

La mia pace, il mio conforto.

Per voi spero entrar in porto

Della mia felicità. (finge parlare con Lilla, e parla con la borsa)

 

LILLA

Persuasa da queste

Dolci parole sue, parto contenta,

Signor consorte mio.

FILIB.

Signora sposa.

a due

Addio. (Lilla parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License