Carlo Goldoni
La dama prudente

ATTO TERZO

SCENA DICIOTTESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DICIOTTESIMA

 

Donna Eularia, donna Rodegonda e donna Emilia.

 

EUL. Dunque mi assicurate, signora donna Emilia, che a Castelbuono ci sarà una comoda abitazione?

EMIL. Quante volete; ma spero non farete torto alla mia casa.

EUL. Per qualche giorno potrei godere le vostre grazie.

EMIL. Che! Ci volete stare per sempre?

EUL. Chi sa?

EMIL. Non fate questa pazzia.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License