Carlo Goldoni
La diavolessa

ATTO SECONDO

SCENA OTTAVA   Il Conte, la Contessa e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA OTTAVA

 

Il Conte, la Contessa e detti.

 

CON.

Signor, la sposa mia

Vuol senz'altro andar via.

CONT.

Voglio partire;

Vel son per civiltà venuta a dire.

POPP.

Fermatevi, signora;

Deh, non partite ancora.

Preparato ho per voi qualche cosetta.

A voi l'anello (alla Contessa), e a voi questa borsetta. (al Conte)

CON.

A me denaro? A me tal villania?

Chi credete ch'io sia?

Mi renderete conto,

Uomo incivil, del replicato affronto. (parte)

CONT.

Signor, mi maraviglio.

Chiamomi offesa anch'io:

Un anello non si offre a una par mio. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License