Carlo Goldoni
La diavolessa

ATTO SECONDO

SCENA NONA   Don Poppone, Dorina, Giannino

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Don Poppone, Dorina, Giannino

 

DOR.

Chi son questi superbi?

POPP.

Gente vile.

GIANN.

Non san la civiltà.

DOR.

Ricusar i regali? oh che viltà!

Chi è nato ben, gradisce.

GIANN.

Se un amico offerisce,

Si accetta la finezza.

DOR.

Un regalo così non si disprezza.

POPP.

Sdegnarvi non vorrei;

Per altro offerirei...

DOR.

No, non mi sdegno:

Accettare dell'amicizia un pegno.

POPP.

L'anello?... (a Dorina)

DOR.

Obbligatissima. (prende l'anello)

POPP.

La borsa?... (a Giannino)

GIANN.

Obbligatissimo. (prende la borsa)

POPP.

Cavaliere umanissimo!

Dama di cor gentile ed amorevole!

DOR.

Io son grata, signore.

GIANN.

Io son degnevole.

 

M'han lasciato in testamento

Gli avi miei del cinquecento

Accettar per civiltà

Tutto quel che venirà.

Venga poco, venga assai,

Ricusar non soglio mai;

E vorrei, se fossi donna,

Di mio nonno e di mia nonna

Eseguir la volontà. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License