Carlo Goldoni
La diavolessa

ATTO SECONDO

SCENA UNDICESIMA   Don Poppone, poi Ghiandina

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA UNDICESIMA

 

Don Poppone, poi Ghiandina

 

POPP.

La testa non so più dove ch'io l'abbia.

Cento cose contrarie

Ritrovo ogni momento,

E deluso restare alfin pavento.

Questa mi dié speranza;

Ora cambia linguaggio... I due stranieri,

Venuti per cavar meco il tesoro,

Ricusano gli anei, ricusan l'oro;

E intanto il tempo perdo

E l'amore s'avanza... Ecco Ghiandina;

E lei, la poverina,

Lasciata in abbandono?...

Oh davvero, davver, confuso io sono.

GHI.

Signor padron, mi dia

La mia buona licenza; io vado via.

POPP.

Come! perché?

GHI.

Perché s'è ritrovata

Un'altra innamorata;

Ed io, signor, non ve ne abbiate a male,

Io non voglio servire una rivale.

POPP.

Chi v'ha detto?...

GHI.

So io quel che ragiono;

Sorda e cieca non sono.

In fatti, lo confesso da me stessa,

Devo ceder il loco alla contessa.

POPP.

Ma... non è ver...

GHI.

Eh, sì signor, ch'è vero.

Ho veduto, ho sentito;

So dei teneri affetti,

E so che le faceste i regaletti.

POPP

(Come lo sa?)

GHI.

Però mi maraviglio

Veder da voi cambiata

Una fanciulla in una maritata.

POPP.

(Ha ragione costei).

GHI.

Già ve l'ho detto,

E ve lo torno a dire:

Datemi la licenza; io vuò partire.

POPP.

No, Ghiandina, restate:

Se voi m'abbandonate, io morirò.

GHI.

Certo non resterò

Se voi più non mi amate,

Se voi non licenziate

Una rivale che mi tormento.

POPP.

Vado in questo momento

A licenziarla; a far che vada via.

Non vi vuò disgustar, Ghiandina mia.

 

Idol mio, non posso star.

Io mi sento intenerir

Quando penso a quel bel volto

Che m'ha colto - in mezzo al cor.

Luci belle, - vaghe stelle,

Bei rubini - porporini,

Latte e rose, - cento cose

Vorrei dire, e non so dir.

Idol mio... oh che bellezza!

Io mi sento intenerir. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License