Carlo Goldoni
La donna di garbo

ATTO PRIMO

SCENA DECIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DECIMA

 

Rosaura sola

 

ROS. I cacciatori, i pescatori, e tutti quelli che hanno il carattere di predatori, non ricusano fra le prede magnifiche anche gl'infimi acquisti; ed io pure mi compiaccio tanto d'aver obbligata la semplicità di questo scioccherello, quanto l'accortezza de' più nobili soggetti. Mi dirà taluno: che vuoi tu far di tanti uomini? Sei forse scolara della celebre Corisca del Pastor fido, che insegna degli uomini: «Molti averne, un goderne, e cangiar spesso»? Guardimi il cielo; non sono di questa taglia. Amo l'onestà più della vita medesima. Io non cerco che far vendetta contro Florindo, e contro tutto l'orgoglioso sesso virile. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License