Carlo Goldoni
La donna di governo

ATTO SECONDO

SCENA QUINTA   GIUSEPPINA, ROSINA; e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

GIUSEPPINA, ROSINA; e detti.

 

GIU.

(Non temete nïente, la scena ha da esser bella). (piano a Rosina)

ROS.

(Ma io non ho coraggio). (piano a Giuseppina)

GIU.

(Parlerò io, sorella). (come sopra)

FAB.

Qual affar, signorine, vi porta in questa stanza?

GIU.

Ci porta, per dir vero, un affar d'importanza.

Non è vero, Rosina?

ROS.

Per me poco mi preme.

Mia sorella ha voluto ch'io ci venissi insieme.

VAL.

Certo, se la signora si è presa tanta cura,

Convien dire che sia la cosa di premura. (con ironia)

GIU.

La cosa veramente tanto non preme a noi,

Quanto dovrebbe premere al zio Fabrizio e a voi.

VAL.

A me, signora mia?

GIU.

A voi. Non è creanza

Che facciate aspettare quell'uomo in quella stanza. (accenna la camera dov'è Baldissera)

VAL.

(Ecco un novello imbroglio). (da sé)

GIU.

E il zio, che ha carità,

Dovrebbe coll'amante lasciarla in libertà.

FAB.

Come? che cosa dite? Parlate chiaramente.

GIU.

Ditelo voi, sorella. (a Rosina)

ROS.

Oh, io non dico niente.

VAL.

Guardate il grande arcano! lo dirò io primiera:

dentro in quella camera vi è il signor Baldissera.

FAB.

Come! un uomo nascosto?

VAL.

E ben, che male c'è?

GIU.

Non c'è male nessuno. Ella lo sa il perché.

VAL.

Lo so, e lo sa egualmente anche il signor Fabrizio.

FAB.

Non so nulla. Il nasconderlo so ch'è un pessimo indizio.

Se di vostra sorella vuol essere consorte,

Perché viene a celarsi qui dentro a queste porte?

GIU.

Sentite? lo fa credere sposo della sorella. (A Rosina)

ROS.

Par che per sé lo voglia.

GIU.

Per sé, la sfacciatella.

VAL.

Piano, piano, signore, meco non tanto ardire;

Ch'io son chi sono alfine, e vi farò pentire.

FAB.

Come negar potete, se chiaro è il tradimento?

VAL.

Signor, con sua licenza. Ritorno in un momento. (entra nella suddetta camera)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License