Carlo Goldoni
L'amante Cabala

PARTE TERZA

SCENA SECONDA   Catina sola

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Catina sola.

 

 

Dopo tanto aspettar, son arrivada

A trovar un mario,

Onorato, dabben, e da par mio.

Certo al tempo d’adesso

Più no se sa de chi fidarse; tutti,

Tutti i ghà qualche vizio,

O el ziogo, o l’osteria, o quel servizio.

Quando una putta ghà un poco de dota,

Tutti vorria sposarla

Coll’idea de magnarla.

Ma mi so el fatto mio, no ghò paura

Che i me trappola certo, e benché sia

Putta de primo pelo,

Son accorta anca mi la parte mia.

 

Mi no credo alle mignognole

De ste mandrie gazzarae;

I vien via co ste bulae:

«Son un uomo de proposito,

In andrien ve manderò»;

Ma no ghabbado,

Perché mi so

Dove el diavolo tien la coa.

 

Ho trovà...

Ma me par

Che quella sia la vedua;

Sì ben, l’è giusto ella; voggio andar...

No, perché aspetto Toni.

Resterò; con giudizio

Procurarò schivar ogni contrasto,

Ma se la prima la sarà a taccarme,

Anca mi certo saverò refarme.

 

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License