Carlo Goldoni
La donna sola

ATTO QUARTO

SCENA SETTIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Don Isidoro e detti, come sopra.

 

ISI.

Eccomi pronto e lesto. (forte e ridendo)

BER.

Zitto.

ISI.

Che cosa c'è?

BER.

Don Agabito dorme.

ISI.

Dorma, che importa a me?

Quel matto di don Lucio vuol finir d'impazzire. (come sopra)

BER.

Ditemi, cos'è stato?

AGA.

Oh! non si può dormire? (destandosi)

BER.

Compatite. L'ho detto. Se riposar volete,

dentro in quella stanza letto ritroverete;

Poi vi risveglieremo.

AGA.

Non vi prendete pena.

Basta che mi svegliate all'ora della cena. (insonnato parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License