Carlo Goldoni
Le donne di buon umore

ATTO SECONDO

SCENA NONA   Il Cavaliere Odoardo e le suddette

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Il Cavaliere Odoardo e le suddette.

 

CAV. Servitore umilissimo di lor signore.

COST. Serva, signor Cavaliere.

FELIC. Serva divota.

CAV. Come se la passano? Stanno bene? Si sono riposate dopo il divertimento del ballo?

COST. Io poco.

FELIC. Ed io niente.

CAV. Bravissime! E viva la gioventù. A proposito di gioventù, la signora Silvestra è in casa?

COST. Non signore; è escita fuori in maschera, e non è ancora tornata.

CAV. Per bacco! Ci giocherei averla veduta or ora per mano del contino Rinaldo.

COST. Può darsi.

FELIC. Sarebbe bella!

COST. (Che si fosse presentata col nastro?) (a Felicita)

FELIC. (E che l'avesse presa per quella?) (a Costanza)

COST. (Sarebbe da ridere). (a Felicita)

FELIC. (Vorrei che facessimo un carnevale). (a Costanza)

CAV. Vi è qualche bella novità? Raccontatemi.

COST. Sì sì, Vi racconteremo.

FELIC. Sediamo, che io sono stanca.

COST. Chi è di ? (chiamando)

CAV. Niente, signora, vi servo io. Ecco una sedia; eccone un'altra; eccone una per me. Passiamo il tempo; diciamo qualche cosa di allegro; facciamo quello che per solito si suol fare, diciamo male di qualcheduno.

COST. Oh, io non dico mal di nessuno.

FELIC. Né meno io certamente.

CAV. Quanto è che non avete veduta la signora Dorotea?

COST. È stata qui stamattina.

FELIC. È stata qui con sua figlia.

COST. Quella donna è sempre stata una pazza, e lo sarà sin che vive.

FELIC. E sua figlia la vuole imitare perfettamente.

CAV. Così mi piace; che non si dica mal di nessuno.

COST. Diceva così per dire...

CAV. Eh niente, per conversazione.

FELIC. Voi subito volete criticare.

CAV. Io? Il ciel me ne guardi. Per quanti motivi che io abbia, non critico mai. Per esempio, che importa a me che una moglie vada in maschera ai festini, ai teatri, e lasci il marito a casa, e si faccia fresco di lui? Io non la vuò criticare.

FELIC. (Maledettissimo! Parla di me ora). (da sé)

COST. Signor Cavaliere, parlereste voi forse della signora Felicita?

CAV. Oibò! Non so niente. Sarebb'ella forse nel caso? Mi spiacerebbe infinitamente.

FELIC. Parliamo d'altro. Ieri sera siete stato al teatro?

CAV. Sì, signora, ci sono stato. Anzi ho una chiave ancora per questa sera; se , vi posso servire.

COST. Che commedia fanno?

CAV. La Vedova spiritosa.

COST. Oibò, oibò, non la voglio vedere.

FELIC. È malinconica, è una seccatura.

CAV. E pure vi sono delle scene da ridere.

COST. Quando non vi sieno le maschere, le commedie non si posson soffrire.

CAV. A chi piace una cosa, a chi piace l'altra.

FELIC. Io voglio ridere, l'avete inteso?

CAV. Piace anche a me di ridere, ma io rido ancorché non vi sieno le maschere.

COST. Oh, voi in materia di teatro siete di un gusto il più depravato del mondo. Basta dir che vi piacciono i versi martelliani.

CAV. Mi piacciono certo, però quando sieno ben recitati.

COST. Io darei delle martellate a chi li ha inventati.

CAV. Pover'uomo, non lo mortificate. Potete credere, ch'ei farà più fatica a scrivere in verso che in prosa: s'ei fa questa maggior fatica, vi dev'essere una ragione, e la ragione è questa, che qui in Venezia piacciono, ci hanno preso gusto, ed egli è forzato di continuarli. Vi direi qualche altra cosa su questo proposito; ma se niente niente mi estendo, mi direte che un discorso lungo vi secca.

FELIC. Già mi era principiata a seccare.

COST. Chi viene?

FELIC. Due maschere vestite alla giardiniera.

CAV. Quanto mi piacciono queste mascherette graziose. (si alzano da sedere)

COST. Al signor Cavaliere piacciono tutte le donne.

CAV. Tutte no, veramente. Mi piacerebbono tutte, se tutte avessero il merito della signora Costanza; se tutte avessero il pregio della signora Felicita. (Se tutte le donne fossero come queste, non ne saprei che fare da galantuomo). (da sé)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License