Carlo Goldoni
Le donne di buon umore

ATTO TERZO

SCENA SETTIMA   Servitori che mettono in tavola, e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Servitori che mettono in tavola, e detti.

 

SERV. Quando comanda, è in tavola.

COST. Avvisate mia zia, e tutti quei signori, che venghino. (un Servitore parte)

LEON. In verità, signora, mi dispiace recarvi incomodo.

FELIC. Volete che andiamo via? (a Leonardo)

LEON. Per me, andiamo pure.

FELIC. (Sciocco! Vi è un pasticcio di maccheroni, che vale un tesoro). (a Leonardo, piano)

LEON. Davvero?

FELIC. Volete che andiamo?

LEON. Eh, non voglio ricusare le grazie della signora Costanza.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License