Carlo Goldoni
La donna vendicativa

ATTO PRIMO

SCENA QUARTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Corallina e detti.

 

COR. Zitto, zitto. Che cos'è questo strepito?

OTT. Voglio bastonare colui.

COR. Animo, non voglio che si gridi. (ad Ottavio, con autorità)

OTT. È un temerario.

COR. Volete tacere?

OTT. Briccone! (sottovoce)

COR. Dammi quella cioccolata. (ad Arlecchino)

ARL. Tolì pur, siora.

COR. Va via di qua. Va a spazzare la sala.

ARL. Stamattina ho spazzà abbastanza.

COR. Va a fare quel che ti ordino, o giuro al cielo, ti farò andar via di questa casa.

ARL. Chi comanda, vu, o lu?

COR. In queste cose comando io. Non è vero, signor padrone?

OTT. Sì, comanda lei, obbedisci.

ARL. Ben, ubbidirò. No l'è maraveggia, se un servitor ha da ubbidir la cameriera.

OTT. Perché?

ARL. Perché el patron se lassa menar per el naso come i buffali. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License