Carlo Goldoni
La donna vendicativa

ATTO TERZO

SCENA VENTIQUATTRESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA VENTIQUATTRESIMA

 

Corallina e Florindo allo scuro.

 

FLOR. Ma dove mi conducete?

COR. Venite con me, che la signora Rosaura verrà fra poco.

FLOR. Corallina, badate bene...

COR. Non son capace di una mala azione.

FLOR. (In ogni caso ho armi e ho cuore da sapermi sottrar da qualunque impegno) (da sé)

COR. Venite qui. (lo guida verso la camera dov'era Ottavio)

FLOR. Ma dove?

COR. In una buona camera: statevi due momenti, che subito vi conduco la signora Rosaura.

FLOR. (Ecco che cosa fa l'amore. Arrisico la vita per così poco). (da sé, entra)

COR. E due. Vorrei che venisse il signor Lelio. Se non viene, di due cose ne farò una: Rosaura resterà , ed io anderò con Florindo (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License