Carlo Goldoni
Le donne curiose

ATTO SECONDO

SCENA VENTUNESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA VENTUNESIMA

 

Pantalone esce di casa, e detti.

 

PANT. Coss'è, siori, no le gh'ha chiave?

LEL. Io l'ho perduta.

OTT. Ed io l'ho lasciata in casa.

PANT. Le varda mo, ghe saravele qua le soe?

LEL. Corpo di bacco! Ecco le mie.

OTT. Oh bella! Ecco le mie.

PANT. Le impara a custodirle. Le impara meggio a mantegnir la parola; e le se vergogna de prostituir el decoro alle lusinghe, alle curiosità delle donne. (entra)

LEL. Come! Che dite? Cospetto! Cospettonaccio! Mia moglie l'ammazzerò. (entra)

OTT. (Fa varie ammirazioni colle chiavi ed entra)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License