Carlo Goldoni
Le donne gelose

ATTO SECONDO

SCENA VENTESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA VENTESIMA

 

Siora Giulia dalla camera, e dette.

 

GIU. Come parleu, siora? A mi pettegola?

LUG. Siora sì, l’ho dito e ve lo mantegno. andada digando che vostro mario vien da mi, che el fa, che el briga; credeu che no lo sappia?

GIU. Oe, lo negheressi fursi, che mio mario no vegna in casa vostra?

LUG. Chi ve nega sta cossa? Varè128 che suggizion che gh’ho a dirve de sì.

GIU. una bella petulante, siora.

LUG. una bella temeraria, patrona.

GIU. A mi!

TON. Oe, siora, voleu aver creanza? (a Lugrezia)

LUG. Oh fia mia, son nassua de carneval, no gh’ho paura de brutti musi.

GIU. Cossa vienlo a far mio mario in casa vostra?

LUG. Cossa crederessi che el vegnisse a far? Nol xebello, né ricco; no sarò così inspiritada129 de tenderghe per sior sì e ste cosse130.

GIU. Eh za, el solito. Co s’ha magnà, se sprezza.

LUG. Coss’è sto magnà? Cossoggio magnà? Mi no gh’ho bisogno dei vostri peocchi. Se sior Boldo xe vegnù da mi, el xe vegnù per i numeri del lotto.

GIU. Oh, oh, oh, sentì, sentì, siora Tonina, per i numeri del lotto.

TON. E a mio mario la s’inventa che la gh’ha imprestà dei bezzi.

LUG. E cussì, cossa vorressi dir?

GIU. Via, che una busiara.

TON. Via, che una panchiana131.

LUG. Oh cospetto de diana de dia...

GIU. Oe, sentì come che la cospettiza132!

LUG. Sia maledetto...

TON. Oe, la biastema.

LUG. Se savessi come che me pizza133 le man!

GIU. Provève, siora.

TON. Provève.

LUG. Credeu de farme paura, perché se in do? No v’ho gnanca in te la mente, se fussi diese de la vostra sorte.

 

 

 





p. -
128 Guardate.



129 Mal consigliata.



130 Per far male.



131 Bugiarda.



132 Dire de’ cospetti.



133 Pizzicare.



Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License