Carlo Goldoni
Il genio buono e il genio cattivo

ATTO QUARTO

SCENA NONA   Cortile del luogo di Giustizia con palo, palco, foco, e vari Ministri di esecuzione. La torre delle prigioni da un lato, in fondo la scena, con una scalinata che scende dalla porta della torre al cortile.   Il Cadě e i Ministri di esecuzione, e Guardie; poi Arlecchino

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Cortile del luogo di Giustizia con palo, palco, foco, e vari Ministri di esecuzione. La torre delle prigioni da un lato, in fondo la scena, con una scalinata che scende dalla porta della torre al cortile.

 

Il Cadì e i Ministri di esecuzione, e Guardie; poi Arlecchino

 

CADÌ Fate venire quell'europeo. (alle Guardie le quali montano la scalinata, aprono la porta, e fanno scendere Arlecchino incatenato e sempre in agitazione e disperazione)

CADÌ Chi sei? (ad Arlecchino)

ARL. Mia muggier. (forte e con affanno)

CADÌ Come ti chiami?

ARL. Corallina. (chiamandola con disperazione)

CADÌ Corallina è il tuo nome?

ARL. Corallina xe mia muggier.

CADÌ E tu chi sei?

ARL. Maledetto spirito! maledetto mercante! maledetta curiosità!

CADÌ Parla, o ti faranno parlare i tormenti.

ARL. Feme impalar, feme scortegar.

CADÌ Perché t'introducesti nella Moschea?

ARL. El diavolo, el spirito, el Cattivo Genio.

CADÌ Qual era il tuo disegno?

ARL. Che dessegno? Son un povero contadin. Mi no so de dessegno.

CADÌ Perché sei qui venuto?

ARL. Perché el diavolo me gh'ha portà.

CADÌ Come venisti?

ARL. No so gnanca mi.

CADÌ Per mare?

ARL. Sior no.

CADÌ Per terra?

ARL. Sior no.

CADÌ Per aria dunque? (con sdegno)

ARL. Sior sì.

CADÌ (Non comprendo s'egli sia uno sciocco, o se sia un impostore). (da sé)

ARL. Lassème véder mia muggier. (con affanno)

CADÌ Tua moglie?

ARL. Lassè che la veda, e po feme impalar.

CADÌ Quella donna che hanno arrestato, è dunque tua moglie?

ARL. Sior sì, la xe mia muggier. (sempre con affanno)

CADÌ È venuta con te?

ARL. Sior no.

CADÌ Sei tu venuto solo?

ARL. Sior no.

CADÌ Chi ti ha condotto?

ARL. El diavolo.

CADÌ O parla e confessa la verità, o preparati di soffrire i tormenti.

ARL. Dov'ei sti tormenti? Animo, destrighève. Feme morir, feme tormentar. Presto, vegnì avanti. Corda, palo, fogo, chiodi, spade, spontoni. Son qua, no me movo. Son desperà.

CADÌ (Costui è sciocco senz'altro. Lo farò morire, ma non merita di essere tormentato). (da sé)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License