Carlo Goldoni
Il feudatario

ATTO SECONDO

SCENA NONA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Arlecchino con altri quattro villani, che portano salami, prosciutti, fiaschi di vino, formaggio e frutti; e detto.

 

ARL. (Fa riverenza) (No so se me recorderò el complimento, che m'ha insegnà messer Nardo. Suggerìme). (ad un Villano)

FLOR. Galantuomo, vi saluto.

ARL. Zelenza... Quantunque l'obbligazion della nostra nobile Comodità...

VILL. (Comunità).

ARL. Verso la grandezza de Vostra Zelenza. (Hal dit grandezza?) (al Villano)

VILL. (Sì, grandezza).

ARL. Son qua in nome de tutti a regolar Vostra Zelenza.

VILL. (A regalare).

FLOR. (Che tu sia maledetto). (da sé)

ARL. A presentarghe salami e persutti, tutta roba del parentado de Vostra Zelenza.

VILL. (Del Marchesato di Vostra Eccellenza).

ARL. E vin e frutti e formaggio delle vacche de casa de Vostra Zelenza.

FLOR. (Oh! che bestia). (da sé) Chi sei?

ARL. No semo sei, semo cinque, Zelenza.

FLOR. Sei di questo paese?

ARL. Quattro de sto paese, e mi bergamasco, che fa cinque.

FLOR. Sei bergamasco, e sei venuto in questo paese?

ARL. Zelenza sì. Dei bergamaschi ghe n'è da per tutto.

FLOR. Quanto tempo è che sei qui?

ARL. Che son qua, sarà un quarto d'ora in circa.

FLOR. Sciocco! Non dico in questa camera, dico in questo paese.

ARL. Sarà dopo che son vegnudo.

FLOR. Ho capito, e che cosa fai in Montefosco?

ARL. El mestier che la fa anca ela.

FLOR. Come? Che mestiere faccio io?

ARL. Magnar, bever, e no far gnente.

FLOR. Tu mangi, e bevi, e non fai nulla?

ARL. Zelenza sì. Vago a spasso co le pegore, e no fazzo gnente.

FLOR. (Costui è il più bel buffone del mondo). (da sé)

ARL. Ma la diga, Zelenza. Èla una finezza far star qua incomodadi sti poveri omeni?

FLOR. Che ti venga la rabbia. Dovevi a dirittura condurli dal maestro di casa. Era necessario che io vedessi questi esquisiti regali? Andate dal maestro di casa; egli vi regalerà. (partono gli uomini coi regali)

ARL. El regalerà? Aspettè, vegno anca mi.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License