Carlo Goldoni
La figlia obbediente

ATTO SECONDO

SCENA QUARTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Beatrice e detta.

 

BEAT. Rosaura, siete sola?

ROS. Sì, lo vedete.

BEAT. Scrivete?

ROS. Scrivo.

BEAT. A chi?

ROS. Oh cielo! Al signor Florindo.

BEAT. Volete fargli capitar la lettera presto?

ROS. Sentitela, e ditemi il parer vostro.

BEAT. Non vi è tempo da perdere. Se volete fargliela avere, l’occasione è opportuna.

ROS. Come?

BEAT. Piegatela subito. Ora vi troverò chi gliela porterà senza dubbio.

ROS. Subito?...

BEAT. Sì, subito, in un momento. (parte)

ROS. Sia come esser si voglia. Parmi non aver errato, così scrivendo. La manderò... (va piegando la lettera)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License