Carlo Goldoni
La figlia obbediente

ATTO TERZO

SCENA SETTIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Brighella e detti.

 

BRIGH. Diseghe al mio staffier, che adessadesso anderemo via. (al Cameriere)

CAM. Sarà servita.

BRIGH. Siora Olivetta dov’ela?

CAM. È dal signor conte. Comanda ch’io la chiami?

BRIGH. No no, no l’incomodè. Avvisè el staffier.

CAM. Subito. (E poi mi darà di mancia due soldi). (da sé, parte)

ARL. Sior Brighella la reverisco.

BRIGH. Schiavo.

ARL. La vol andar via cussì presto?

BRIGH. Cossa voleu che fazza in sti paesi? Io sono avvezzo a star alle corti.

ARL. E la vol andar in barca de Padova?

BRIGH. Chi v’ha dito sta cossa?

ARL. El camerier.

BRIGH. Ho preso un bucintoro.

ARL. Un bucintoro? El l’averà fatto far a posta.

BRIGH. Un bucintoro, siorsì; via de qua ai burchielli se ghe dis bucintori. Cosa savì voi altri papagalli?

ARL. Ma perché sta ressoluzion cussì serpentina8?

BRIGH. In sti paesi no se stima la virtù, no se respetta le persone de merito. Aveu visto el bel accoglimento, che avemo recevudo da quella canaglia? Poveri peocchiosi! I vede una putta civil; vestia con tanta proprietà; con un zoggiello al collo che li compra quanti che i , e i la tratta in quella maniera?

ARL. Certo che i ha mancà al so dover.

BRIGH. Appena i la saluda?

ARL. No i sa le creanze.

BRIGH. E mi cossa songio? Cussì se parla con un omo, che è stado in conversazion con tanti sovrani?

ARL. Caro Brighella, ti gh’ha rason.

BRIGH. Bisogna véder via de qua, quando parla mia figlia. Tutti stanno colla bocca aperta a sentirla. E qua i la strapazza? I ghe perde el respetto? No i è degni de zolarghe le scarpe alla mia creatura.

ARL. Crédime... la me creda, che me despiase.

BRIGH. Lumaga no se vede? Che diavolo ha costui?

ARL. Ti parli toscano?

BRIGH. E tu parli da villano, quale sei originato.

 

 

 





p. -
8 Sproposito: vuol dire repentina.



Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License