Carlo Goldoni
La finta ammalata

ATTO PRIMO

SCENA PRIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

ATTO PRIMO

 

 

 

SCENA PRIMA

 

Bottega di speziale.

 

Agapito sedendo e leggendo i foglietti. Tiburzio dentro al banco. Dottor Merlino e Tarquinio, che giuocano a sbaraglino.

 

AGAP. Oh, chi l’avesse mai detto, che l’imperator della China avesse a sposare la figlia del re del Mogol!

TARQ. Il signor Agapito non pensa altro che alle novità, e lascia la spezieria in mano de’ suoi garzoni. (giuocando)

AGAP. Buono, buono: faranno lega offensiva e difensiva. Signor dottore. (forte verso Merlino)

MERL. Che cosa c’è? (giuocando)

AGAP. Signor dottore. (più forte)

MERL. Che cosa volete?

AGAP. Signor dottore. (più forte)

TARQ. Non sapete che è sordo? Dite forte. (a Merlino)

MERL. Che cosa volete? (forte)

AGAP. Sentite questa bella novità. L’imperator della China sposerà la figlia del re del Mogol.

MERL. Non me n’importa un fico.

AGAP. Ah?

MERL. Non m’importa.

AGAP. Che?

MERL. (Oh sordo maledetto!) Vi dico che non ci penso. (forte)

AGAP. Ho inteso, ho inteso. Siete di buon gusto. (È un dottor ignorante, che non sa niente; non sa nemmeno scrivere le ricette). (da sé)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License