Carlo Goldoni
La finta ammalata

ATTO SECONDO

SCENA NONA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Il dottor Onesti e Pantalone

 

PANT. Sior dottor caro, sta putta no xe varìa. Par che un medicamento ghe fazza ben, ma la torna pezo che mai. Se la se contenta, vôi che femo un pochetto de consulto.

ONES. Signor Pantalone, voi gettate via il vostro denaro; il male di vostra figlia non ha bisogno di consulti.

PANT. Oh, me maraveggio, patron, se tratta del mio sangue; vaga la casa e i coppi5, ma vôi sentir l’opinion de altri miedeghi; a ella no fazzo torto; la xe el miedego della cura, e no intendo de licenziarla.

ONES. Caro amico, i consulti sono spesse volte la rovina degli ammalati. La moltitudine dei medici produce della confusione. O sono tutti d’accordo ed è superfluo il moltiplicarli, o sono discordi, e l’ammalato si fa morire più presto.

PANT. Ma cara ella, perché me vorla impedir che me toga sta soddisfazion?

ONES. O vi fidate di me, o non vi fidate. Se vi fidate, lasciatemi operare; se non vi fidate, prendete un altro medico, e contentatevi di uno solo.

PANT. Mi de ella me fido. Ma gnancora la m’ha savesto dir che mal che gh’abbia mia fia?

ONES. Sapete che male ha vostra figlia?

PANT. Via, che mal ghala?

ONES. Niente affatto. Sta meglio di voi e di me.

PANT. Come gnente? La ghe dise gnente a quei mali che ghe chiappa6?

ONES. Vi parlo da galantuomo, da uomo onesto; non ha niente: non gettate denari in medici e in medicine, perché vi replico, non ha niente.

PANT. Ma pur anca ella la gh’ha ordenà l’acqua cordial e la gh’ha fatto ben.

ONES. Sapete che cordiale è? Acqua di pozzo pura.

PANT. Eh via, fandonie. Se la l’ha fatta revegnir.

ONES. È opinione; non ha niente.

PANT. Orsù, se la me licenza, vôi sentir l’opinion dei altri. Se i dirà che no sia gnente, no sarà gnente. Ma vôi sentir.

ONES. Troverete di quelli che diranno che ha un gran male, e non sarà vero.

PANT. Questi che ho trovà, i xe do galantomeni.

ONES. Chi sono?

PANT. El dottor Bonatesta e el dottor Merlin Malfatti.

ONES. (Buono! Un impostore e un ). (da sé)

PANT. No i xe do virtuosi de garbo?

ONES. Io non dico male di nessuno.

PANT. Xeli so amici?

ONES. Io sono amico di tutti.

PANT. Ala difficoltà de unirse con lori?

ONES. Io parlo con chicchessia.

PANT. Donca la vegna via, e andemo a far sto consulto. (parte)

 

 

 





p. -
5 Vada tutto, si spenda tutto.



6 A quei mali che l'assalgono?



Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License