Carlo Goldoni
La finta ammalata

ATTO TERZO

SCENA QUARTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Colombina e detti.

 

COL. Signora Beatrice, la mia padrona vi prega di venire da lei.

PANT. Cossa vorla? Cossa xe stà? Gh’ha chiappà mal? Son qua mi, vegno mi.

COL. Ora non ha bisogno di voi, vuole la signora Beatrice.

PANT. Son so pare, posso andar.

COL. Suo padre non può andar sempre, signor no.

PANT. Mo cossa ghe xe?

COL. Via; ha bisogno della signora Beatrice, e non di voi.

PANT. Cara siora, andè ; vardè cossa la vuol.

BEAT. Poverina! Vado subito.

COL. (Ha saputo che avete parlato col medichino, ed è curiosa di sapere che cosa gli avete detto). (piano a Beatrice, e parte)

BEAT. (Povera ragazza! Se sa la cosa com’è, muore dalla passione). (da sé, e parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License