Carlo Goldoni
La finta ammalata

ATTO TERZO

SCENA QUATTORDICESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUATTORDICESIMA

 

Tarquinio e detti.

 

TARQ. Eccomi, eccomi.

BEAT. Che cosa comanda?

TARQ. Il signor Pantalone mi ha mandato a vedere, se la signora Rosaura ha bisogno di me.

BEAT. Poverina, è in accidente, ha perso la parola.

TARQ. Sangue, sangue. Signora Rosaura, come sta? Non parla? Non risponde? Presto, presto; accendete questo cerino. Presto.

BUON. Non si cava sangue senza l’ordinazione del medico.

TARQ. E in un caso simile lor signori non ordinan sangue?

BUON. Voi fate il vostro mestiere, e noi facciamo il nostro. Unusquisque in provincia sua.

MERL. Signor sì, in provincia sua.

LEL. E intanto l’ammalata non si medica.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License