Carlo Goldoni
Il frappatore

ATTO PRIMO

SCENA QUINTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Brighella e detti.

 

BRIGH.

Oh signor Ottavio, ben arrivado.

OTT.

Ben trovato il mio caro messer Brighella.

BRIGH.

Questo elo quel signor venezian?...

TON.

Sior sì, mi son un lustrissimo da Venezia, che xe vegnù a Roma per maridarse.

BRIGH.

La troverà delle fortune quante che la vol.

OTT.

capitata l’amica?) (piano a Brighella)

BRIGH.

(Sior sì. No sarà mezz’ora). (piano ad Ottavio)

OTT.

(Dove si trova?) (come sopra)

BRIGH.

(Nella camera della Stella). (come sopra)

OTT.

Amico, fate cavare al signor Tonino gli stivali, e accompagnatelo nella sua camera, che or ora vengo.

TON.

Caro sior Ottavio, no me lassè solo per carità; a Roma no ghe son più stà, no son pratico, no so gnente.

OTT.

Brighella v’informerà di tutto, e poi or ora sarò con voi. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License