Carlo Goldoni
Il giuocatore

ATTO PRIMO

SCENA NONA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Brighella e detti.

 

BRIGH. Signor...

ROS. Zitto. (sottovoce a Brighella)

BRIGH. Cossa vol dir? (sottovoce)

ROS. Florindo dorme. Poverino, non lo svegliate.

BRIGH. E pur bisognerà desmissiarlo.

ROS. Per qual causa?

BRIGH. Per causa soa de ella. Ho visto dal balcon vegnir verso de sto casin sior Pantalon so sior padre. Se el vien qua e che el la trova, la vede che desordene.

ROS. Oh povera me! Se mi trova, sono perduta.

BRIGH. Desmissiemolo.

ROS. No, no, lasciatelo dormire. Io partirò. E Colombina dov’è?

BRIGH. In camera de mia muier.

ROS. Presto, presto, vado via. Se l’incontro colla maschera, non mi conoscerà.

BRIGH. No la vol desmissiar sior Florindo?

ROS. No, non vi è tempo da perdere. Salutatelo da parte mia, e ditegli che, se mi vuol bene, venga da mia zia a ritrovarmi. (si pone la maschera, e parte)

BRIGH. Che putte de garbo! A torzio in maschera a trovar i morosi? Sior Pantalon crede de averla messa in seguro a metterla in casa d’una so zia, ma al d’ancuo le zie le son troppo caritatevoli per le ragazze.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License