Carlo Goldoni
Lugrezia romana in Costantinopoli

ATTO TERZO

SCENA TERZA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Albumazar e Collatino

 

COLL.

Or rendimi ragione

Della pessima azione.

Soddisfazion dal sangue tuo pretendo.

ALB.

Che dici, Collatino? Io non t'intendo.

COLL.

Dico che con la spada

Vendicarmi vogl'io di quell'affronto

Che tu facesti di Lugrezia al seno.

ALB.

(Oh, se venisser le mie guardie almeno!)

COLL.

Albumazar, che tardi?

ALB.

Vivi, vivi, meschin, che il ciel ti guardi.

COLL.

No, no, resta, ch'io voglio

Battermi teco.

ALB.

Oh forsennato orgoglio!

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License