Carlo Goldoni
Una delle ultime sere di carnovale

ATTO PRIMO

Scena Quinta. Marta, Bastian e dette

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Quinta. Marta, Bastian e dette

 

ELENETTA (Anderave più volentiera dessuso con mio mario).

DOMENICA Patrona riverita.

MARTA Patrona, siora Domenica.

DOMENICA Che grazie, che favori questi?

MARTA Cossa dìsela? Semo qua a darghe incomodo.

DOMENICA Anzi el un onor, che nol meritemo.

BASTIAN Patrona; son qua anca mi a ricever le so care grazie.

DOMENICA Patron, sior Bastian. La se comoda; la me daga a mi el tabarin.(a Marta)

MARTA Quel, che la comanda. (si cava il tabarin, e lo a Domenica)

DOMENICA Anca elo, sior Bastian, el me daga el tabaro, e 'l capelo.

BASTIAN Eh! anderò mi...

DOMENICA Sior no, sior no; cossa serve? Che el daga qua. Za ho d'andar de a far un servizieto!

BASTIAN Me despiase de incomodarla. (si cava ecc. e tutto a Domenica, ed ella parte)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License