Carlo Goldoni
Una delle ultime sere di carnovale

ATTO PRIMO

Scena Sesta. Marta, Bastian ed Elenetta

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Sesta. Marta, Bastian ed Elenetta

 

MARTA Patrona mia riverita. (ad Elenetta, sedendo)

ELENETTA Serva.

MARTA (La cognosseu?) (a Bastian)

BASTIAN (Mi no).(a Marta)

MARTA Cossa dìsela de sto fredo? (a Elenetta)

ELENETTA Cossa vorla? Semo in tel cuor de l'inverno. (a Marta)

BASTIAN (Son ben curioso de saver chi la ). (andando dall'altra parte)

MARTA La zovene assae. La lo sentirà poco el fredo.

ELENETTA Oh! cossa dìsela? No son tanto zovene. un ano, che son maridada.

MARTA Maridada la !

ELENETTA Servirla.

MARTA Vardè, vedè! Mi no credeva.

BASTIAN Perméttela? (siede presso di Elena)

ELENETTA (Oh caro! Perché no se séntela arente de so muggier?) (guardando verso la scena, e scostandosi)

BASTIAN Coss'è? No la vol, che me senta arente de ela? (accostandosi)

ELENETTA La se comoda pur. Con grazia. (s'alza, e va a sedere dall'altra parte)

MARTA (Mo, la godo ben dasseno).

BASTIAN Coss'è, signora? Cossa gh'àla paura? Cossa crédela, che mi sia? (a Elena)

ELENETTA Caro elo, el compatissa. So, che fazzo una mala creanza; ma se vien mio mario, poveretta mi.

BASTIAN Xèlo qualche vecchio sto so mario?

ELENETTA Oh! sior no; el zovene più de mi.

BASTIAN E patisse sto boccon de malinconia?

MARTA Chi xèlo so consorte?

ELENETTA Sior Agustin Menueli.

MARTA (Oh! lo cognosso. No me dago gnente de maraveggia).

BASTIAN (L'ho dito, che nol podeva esser altro, che un pampalugo).

MARTA Cossa vol dir, che nol qua anca elo, sior Agustin?

ELENETTA Siora sì, che 'l ghe . El andà de suso co sior santolo Zamaria. De diana! la vorave, che fosse vegnua senza mio mario?

MARTA Saràvelo un gran delitto? In casa de persone oneste, e civil, no se pol andar qualche volta senza so mario?

ELENETTA Oh! mi no vago fora della porta senza de elo.

BASTIAN E sior Agustin lo làssela andar? Lo làssela praticar?

ELENETTA De dia! che sgrafferave i occhi.

BASTIAN Oh! se fusse mi so mario...

ELENETTA Cossa faràvelo?

BASTIAN Ghe taggierave le ongie.

ELENETTA Che 'l se consola, che so muggier no lo sgrafferà.

MARTA Dasseno! cossa voràvela dir?

BASTIAN (Eh! no ghe badè. No vedeu cossa, che la ?) (a Marta)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License