Carlo Goldoni
L'impostore

ATTO PRIMO

SCENA SECONDA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Brighella ed i soldati.

 

L'è un capo d'opera sto sior Orazio; ma gnanca mi, sia dito a mio onor e gloria, non son de manco de lu. Fazzo un pochetto el gonzo per scoverzer terren, ma so far la mia parte, e m'inzegnerò de farla. Com'ela, amici? Come stemio de petitosa? (verso i soldati) Aspettè, che vói che femo un poco de esercizio, ma no miga col schioppo, colla forchetta da una banda, col bicchier dall'altra: presentè vous armes, e voi altri. Ah! Crich! (fa il cenno di mangiare e bevere, poi s'accosta all'osteria) Odell'osteria! Patron, camerieri, ghnissun?

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License