Carlo Goldoni
La famiglia dell’antiquario

ATTO PRIMO

Scena Quindicesima. La Contessa Isabella e il Cavaliere Del Bosco

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Quindicesima. La Contessa Isabella e il Cavaliere Del Bosco

 

ISABELLA Non le credete: Colombina dice delle bugie.

CAVALIERE Dunque non sarà vero nemmeno dello schiaffo.ISABELLA Oh! lo schiaffo poi gliel'ha dato. CAVALIERE Lo sapete di certo ?

ISABELLA Lo so di certo. E qui bisogna pensare a farmi avere le mie soddisfazioni.

CAVALIERE Ci penserò. Studierò l'articolo, e vedrò qual compenso si può trovare, perché siate soddisfatta.

ISABELLA Ricordatevi ch'io son dama, ed ella no.

CAVALIERE Benissimo.

ISABELLA Ch'io sono la padrona di casa.

CAVALIERE Dite bene. E che anche per ragione d'età vi si deve maggior rispetto.

ISABELLA Come c'entra l'età? Per questo capo non pretendo ragione alcuna.

CAVALIERE Voglio dire...

ISABELLA M'avete inteso. Ditelo al Conte mio marito, ditelo al Contino mio figlio, ch'io voglio le mie soddisfazioni, altrimenti so io quel che farò. Cavaliere, vi attendo colla risposta (parte).

CAVALIERE Poco costa secondar l'umore di questa pazza, tanto più che con questa occasione spero introdurmi dalla signora Doralice, la quale è più giovine ed è più bella (parte).

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License