Carlo Goldoni
Il festino

ATTO QUARTO

SCENA DECIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DECIMA

 

Don Maurizio e detti.

 

MAU.

Come! il genero a' piedi di femmina prostrato?

Qui, Madama? m'avete in tal guisa ingannato?

MAD.

Non v'ingannai, signore, qui non m'avrei portata,

Se la figliuola vostra non mi avesse invitata.

Al ballo ora m'invio. Femmina vil si mostra

Colei che grazia nega ad uomo che si prostra. (parte.)

MAU.

Son fuor di me; che intesi?

CON.

Avete il ver sentito.

Mia moglie, e figlia vostra, a lei mandò l'invito.

S'ora è pentita e freme, che farle io non saprei:

Non voglio comparire ridicolo per lei. (parte.)

 

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License