Carlo Goldoni
Il filosofo inglese

ATTO QUARTO

SCENA PRIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

ATTO QUARTO

 

 

 

SCENA PRIMA

 

Birone e Gioacchino, ciascuno dalla sua bottega.

 

BIR.

Gioacchino, che dir vuole che vien sì poca gente

Alla bottega vostra?

GIO.

Di qua non si fa niente;

Dall'altra parte in folla: si vende alla giornata

caffè, ponc e sorbetto e birra e cioccolata.

A me il padron destina questo remoto loco;

Di ciò non mi lamento, perché fatico poco.

Qui vi era il gran concorso, ma si son tutti sviati,

Per causa di que' due filosofi malnati.

Chi vien per divertirsi, chi vien per altre cure,

Non vuol per complimento soffrir le seccature.

BIR.

Anche da noi, per dirla, concorre poco mondo,

Perché il padron di libri scarseggia e ha poco fondo.

Jacobbe Monduill vien qui, perché è vicino,

Ed ha colle sue chiavi dentro uno stanzino.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License