Carlo Goldoni
Il filosofo inglese

ATTO QUINTO

SCENA QUINTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Monsieur Lorino dal caffè, con un foglio in mano, e le suddette.

 

LOR.

Eccovi quattro versi, che vagliono un tesoro.

(La serva...). (Piano alla Saixon, ritirando il foglio.)

M.SA.

(Non temete, ell'è una bocca d'oro). (piano a Lorino.)

A me. (gli chiede il foglio.)

LOR.

Migliori versi non feci in vita mia. (piano alla Saixon, dandole il foglio.)

M.SA.

A Saixon questi versi reca per parte mia. ( il foglio a Rosa.)

LOR.

(Madama...)

M.SA.

(Non temete).

LOR.

Ragazza, io non li ho fatti.

ROSA

Io servo la padrona. Voi siete il re de' matti. (parte, ed entra in casa.)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License