Carlo Goldoni
Il finto principe

ATTO SECONDO

SCENA DODICESIMA   Lindora prende di terra la spada di Floro e si pone contro Dorinda

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DODICESIMA

 

Lindora prende di terra la spada di Floro e si pone contro Dorinda

 

LIND.

A me la spada.

FLO.

Oh brava!

DOR.

Io non pavento

Teco ancora pugnar.

LIND.

Vieni al cimento.

(si battono, e Lindora ferisce Dorinda in un braccio)

DOR.

Oimè, ch'io son ferita.

Donna, vincesti; e tu ringrazia il fato (a Floro)

Che una femmina alfin di te più forte

Per or t'abbia sottratto a giusta morte. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License